Potete fare causa al vostro ISP per la lentezza di Internet, la strozzatura o la pubblicità ingannevole?

Michael Gargiulo - CEO, VPN.com

Da: Michael Gargiulo, CEO di VPN.com

Aggiornato: 4:44 PM ET Lun, Maggio 24 2021

Slow wireless Internet router.

Nessuno è un grande fan del proprio fornitore di servizi Internet (ISP). Mentre i servizi sono migliorati nel corso degli anni, i fornitori di servizi Internet hanno iniziato come l'industria più odiata in America. In molte parti del paese, il vostro ISP locale costituisce di fatto un monopolio e molte di queste imprese sfruttano questa posizione senza pietà. Ci si potrebbe chiedere se sia possibile reagire a un servizio scadente. Potete fare causa al vostro ISP per la lentezza di internet, la pubblicità fraudolenta o i servizi di strozzatura? La risposta è forse sì.

Potete fare causa al vostro ISP per la lentezza di Internet

La lentezza di internet è uno dei numerosi casi di problemi legati ai servizi che potete utilizzare per portare il vostro ISP in tribunale. Tuttavia, preparare un'azione legale contro il proprio ISP non è qualcosa che si dovrebbe prendere alla leggera. Dovrete comprendere il processo e prepararvi diligentemente per massimizzare le vostre possibilità di successo. Questo inizia con una documentazione esaustiva delle questioni che riguardano il vostro reclamo, i tentativi di risolverle con il vostro ISP e, infine, un reclamo informale della FCC. Se questo non li costringe a correggere la questione, allora un reclamo formale e un'azione legale è il passo finale.

Quando si può fare causa al proprio ISP per la lentezza di Internet e altri problemi

Ci sono molti casi specifici in cui si può fare causa al proprio ISP per servizio scadente. Ad esempio, i casi di pubblicità ingannevole che riguardano le velocità di internet possono avere successo. Tuttavia, ci sono molte sfumature nel valutare la normale latenza e l'incoerenza di una connessione a internet rispetto a un'azione disonesta da parte del vostro ISP. Ad esempio, un ISP che pubblicizza "velocità fino a 100 mb/s" non sarà e non può essere responsabile se la velocità non è sempre 100 mb/s. È la natura della connettività internet che fa oscillare la velocità, ed è per questo che il linguaggio pubblicitario usa la frase "velocità fino a".

Naturalmente, ci sono altre occasioni in cui la pubblicità è ovviamente fraudolenta. Se il vostro piano dice "velocità fino a 100 mb/s" e il vostro internet tende a librarsi intorno ai 20 o 30 mb/s per default, avreste certamente un caso. Nel complesso, dimostrare un comportamento disonesto da parte del vostro ISP è qualcosa che si dimostra per gradi. Non c'è un numero preciso che dimostri un comportamento disonesto, ma livelli sempre più alti di sottoperformance rafforzeranno gradualmente il vostro caso.

Altre questioni sono più chiare, come le accuse di frode. Praticamente tutti hanno un po' di esperienza con le spese nascoste e gli errori di fatturazione. Tuttavia, a volte un ISP si rifiuta di rimborsarvi dopo avervi fatto pagare un servizio che non avete mai richiesto. In questo caso, provare la colpevolezza di parte del vostro ISP è una semplice questione di raccogliere prove sufficienti.

Sfortunatamente, sarà difficile combattere i casi in cui un ISP strozza servizi specifici. Sebbene in passato ciò fosse illegale a causa della neutralità della rete, è consentito dalle linee guida della FCC dopo il 2018. Questo potrebbe cambiare in futuro, ma per ora le cose stanno così.

Potete fare causa al vostro ISP? Su internet lento? Sì. Tramite strozzatura specifica del sito web? No. Ci sono molti altri potenziali motivi per intentare una causa, ma dovrete parlare con un avvocato o leggere le linee guida della FCC per sapere se avete o meno un caso.

Passi da compiere prima di citare in giudizio il vostro ISP

Il primo e più semplice passo lungo il percorso per intraprendere un'azione legale è contattare il vostro fornitore di servizi. In primo luogo, dovreste informarli del vostro problema e chiedere loro di riconoscerlo e di risolverlo. Se non lo fanno, allora è il momento di iniziare ad accumulare prove prima di presentare un reclamo alla FCC. Registrate le conversazioni con il vostro ISP quando è legale farlo e registrate tutte le conversazioni basate sul testo. Per questo motivo, chiedete al vostro ISP di fornirvi le registrazioni delle vostre comunicazioni via e-mail.

Poi, devi costruire il tuo caso da solo. Se avete accettato il loro servizio su un accordo promozionale che promette Internet ad alta velocità, dovete conservare tutti i materiali e i documenti pertinenti. Oltre a conservare il prezzo che l'ISP vi ha offerto, è essenziale che possiate provare anche i termini e la durata dell'affare. Questo vale per tutti i piani, ma è meno importante quando si utilizza un'offerta standard. Questo perché quando si possono indicare i termini del piano esistente, è difficile per l'ISP negarli. In confronto, negare i termini del vostro accordo promozionale è facile quando mancano le prove.

Poi iniziare a fare e registrare i test di velocità su Internet in vari momenti della giornata. Per costruire un caso forte, si dovrebbe utilizzare la migliore connessione possibile e ridurre al minimo la concorrenza da parte di altri dispositivi. Più si va avanti per ottimizzare la velocità, più si dimostra che il proprio ISP non fornisce le velocità di internet promesse. Dovreste fare degli screenshot con i timestamp per approfondire il vostro caso e dimostrare la coerenza e l'accuratezza delle vostre prove.

Come presentare un reclamo

Una volta che avete cercato di risolvere la questione con l'ISP e costruito il vostro caso legale, siete pronti ad inviare il vostro reclamo legale alla FCC. Il loro portale web offre un processo abbastanza semplice, che richiede la vostra e-mail e le informazioni relative alla vostra controversia. Da qui, la FCC elaborerà il vostro reclamo e lo inoltrerà al vostro provider. Questo è generalmente il punto in cui un provider di servizi internet inizia a fare marcia indietro e a cercare di risolvere il vostro problema.

Se risolvono il vostro problema con successo, allora tutto va bene. Se fanno qualche piccolo sforzo che non riesce a risolvere il vostro problema, allora dovreste trasmettere queste informazioni alla FCC. Se l'ISP non fa nulla, allora sta violando la legge che impone loro di seguire voi e la FCC entro 30 giorni da un reclamo informale. In questo caso o se non riescono a risolvere il vostro problema in modo significativo, è il momento di presentare un reclamo formale e portarlo in tribunale.

Per saperne di più con VPN.com

Qui a VPN.com, la difesa dei consumatori è una causa importante per noi. Praticamente l'intero settore delle VPN è fortemente dietro la neutralità della rete e le solide protezioni dei consumatori. Se state cercando di saperne di più sui vostri diritti nell'era digitale, VPN.com può sempre aiutare. Quando avete bisogno di servizi di intermediazione di dominio premium, è anche possibile proteggere il vostro portafoglio facendo affidamento su di noi. La nostra esperienza di negoziazione e la nostra competenza di dominio di alto livello ci permettono di garantire sempre il miglior affare per i nostri clienti.

it_ITItaliano
DMCA.com Protection Status