Francia Top VPN, Legalità, Statistiche e Raccomandazioni

Michael Gargiulo - CEO, VPN.com

Da: Michael Gargiulo, CEO di VPN.com

Aggiornato: 2:30 PM ET Gio, 22 Aprile 2021

Introduzione

Mentre l'UE è in vantaggio rispetto al resto del mondo quando si tratta di geoblockingIl loro lavoro sulla privacy digitale lascia molto a desiderare. Esaminate queste nazioni una per una e scoprirete che la Francia in particolare ha una storia preoccupante con i diritti di privacy digitale - è per questo che si potrebbe prendere in considerazione l'utilizzo di una VPN.

Lo stato di utilizzo delle VPN in Francia

Ci sono oltre 50 milioni Utenti Internet in Francia. La velocità media di una connessione Internet è di 8,2 Mbps, con una velocità media di picco che raggiunge i 38,9 Mbps. Di queste, si stima che 26 per cento di persone tra i 18-24 hanno usato una VPN negli ultimi 12 mesi, con una percentuale in diminuzione per le generazioni più anziane. Tuttavia, se molte persone utilizzano una VPN per accedere a Internet, c'è da chiedersi il perché.

È legale utilizzare una VPN in Francia?

La risposta breve? Sì, è legale utilizzare una VPN in Francia.

La legge del Grande Fratello (di cui parlerò più avanti) fa molte cose, tra cui dare alle organizzazioni di intelligence la libertà di vedere la vostra attività su Internet. Tuttavia, non vieta l'uso di una VPN mentre si è in Francia. È possibile utilizzare una VPN per fornire un ulteriore livello di privacy e sicurezza.

C'è un avvertimento a questo proposito. Mentre le VPN sono completamente legali, se si fa qualcosa di illegale mentre si utilizza una VPN, l'attività è ancora considerata illegale. L'utilizzo di una VPN protegge la vostra privacy; non vi garantisce l'immunità.

Questo porta ad una domanda importante: perché avete bisogno di una VPN se vivete in Francia?

 

Una rapida lezione di storia sulla privacy digitale in Francia

 

Per usare un eufemismo, la storia della Francia con la privacy digitale è complicata. Negli ultimi vent'anni, abbiamo assistito a cambiamenti drammatici: dalla concessione di troppi accessi alle organizzazioni, alla difesa della privacy individuale. Tuttavia, il terreno è insidioso e soggetto a cambiamenti, come si vedrà presto. Ancora più preoccupante è la sensazione che i consumatori francesi si sentano come se la loro privacy venisse strappata via un po' alla volta.

 

La direttiva sulla conservazione dei dati

 

La nostra storia inizia nel 2006 con la Direttiva sulla conservazione dei dati dell'UE. Questa direttiva obbligava i fornitori di servizi di comunicazione accessibili al pubblico a conservare determinati dati. L'idea era che, conservando questi dati, varie organizzazioni e forze dell'ordine potessero avere accesso ai dati se ritenuto necessario. I sostenitori della privacy si sono fortemente opposti alla direttiva, riconoscendo che essa richiedeva ai fornitori di conservare molte più informazioni del necessario.

Quanto è stata grave questa direttiva per la Francia? Specificava che gli ISP francesi dovevano tenere traccia delle attività di navigazione sul web dei loro clienti. Ciò comprendeva il monitoraggio di quali siti web sono stati visitati, quando vi si accedeva e dove venivano inviate le e-mail. I dati sono stati conservati per un anno e dovevano essere prontamente disponibili per le varie forze dell'ordine francesi.

Pensate alle vostre abitudini su Internet nell'ultima settimana. Ora immaginate che qualcuno conosca ogni sito web che avete visitato, per quanto tempo siete stati su quei siti e dove sono state indirizzate tutte le e-mail che avete inviato. Un pensiero spaventoso, vero?

Nel 2014 la Corte di giustizia europea ha riconosciuto la grave violazione della privacy e ha invalidato la direttiva sulla conservazione dei dati.

Ma la vittoria è stata solo temporanea.

 

La legge del "Grande Fratello

 

Nel 2015, la Francia ha approvato un controverso disegno di legge noto come "Il Grande Fratello"Act - che prende il nome dal programma di sorveglianza del governo nel "1984" di George Orwell. Alle agenzie di intelligence è stato permesso di intercettare telefoni, e-mail e hackerare computer - per non parlare dei dati di navigazione in Internet. Il comitato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha definito i poteri "eccessivamente ampi".

Il che ci porta ad oggi. La Francia fa parte dei Nove Occhi - un assortimento di nazioni che condividono informazioni e intelligenza tra loro. In effetti, le vostre informazioni hanno il potenziale per essere condivise con altre nazioni in questa organizzazione.

Perché utilizzare una VPN in Francia?

Perché si dovrebbe utilizzare una VPN in Francia.

In Francia, i vostri dati sono raccolti e conservati per un periodo di un anno. Diverse forze dell'ordine possono accedere ai vostri dati in base alle vostre esigenze senza bisogno di un mandato. Anche se è improbabile che una persona a caso faccia scavare i suoi dati da un'organizzazione clandestina, senza una VPN, vi lasciate esposti a questa possibilità. Una VPN di alta qualità, tuttavia, cripta i vostri dati e impedisce che siano facilmente accessibili - non importa chi vuole vedere cosa stavate facendo.

La Francia ha inoltre adottato misure per bloccare l'accesso generale a siti web specifici, tra cui The Pirate Bay. Se si utilizza una VPN che ha un server al di fuori della Francia, si riacquisterà l'accesso a questi siti web.

Purtroppo, il governo non è l'unica organizzazione che potrebbe essere interessata ai vostri dati.

 

Honeypots

 

Se vi siete mai seduti in un caffè e vi siete goduti una tazza di caffè mentre vi connettevate ad un hotspot pubblico, potreste aver inavvertitamente messo a rischio voi stessi.

Gli hacker si affollano in luoghi popolari e allestiscono honeypots - falsi hotspot WiFi a cui la gente si connette accidentalmente. Una volta connesso, l'hacker può vedere tutto quello che fai. Se ti connetti al tuo account Facebook, possono prendere il tuo nome utente e la tua password. Accedi al tuo conto bancario e possono salvare le informazioni di cui hanno bisogno per accedere alle tue finanze.

Questi vasi sono difficili da individuare. Gli hacker useranno lo stesso nome SSID, cloneranno l'indirizzo MAC e amplificheranno il loro segnale per sopraffare il legittimo hotspot. Una VPN fornisce un tunnel criptato che protegge tutto il traffico tra il dispositivo e il server. Questo significa che se vi connettete a un honeypot, i vostri dati non sono in palio.

 

Copyright Trolls

 

L'utilizzo di una VPN protegge anche dai troll del copyright. Queste persone monitorano i siti di torrenting più popolari e aspettano che gli utenti ignari scarichino il torrent sbagliato. Poi, quando si inizia ad usarlo, si viene colpiti con (inapplicabile) lettere che richiedono una soluzione. È una pratica predatoria - i troll del copyright guadagnano il loro reddito in base al vostro desiderio di evitare un processo.

 

Accesso all'estero

 

Se si viaggia lontano dalla Francia, c'è un altro motivo, meno spaventoso, per cui si dovrebbe prendere in considerazione l'utilizzo di una VPN. Diversi siti web sicuri, tra cui alcune banche, vi richiederà di avere un indirizzo IP francese quando si tenta di accedere. Questa è una misura di sicurezza per evitare che gli hacker provenienti da paesi stranieri possano accedere facilmente al tuo account. Tuttavia, se siete in viaggio in uno di questi paesi e non si dispone di una VPN, si potrebbe trovare in grado di accedere al proprio conto bancario.

Velocità Internet e accessibilità VPN

Trova la VPN più veloce e sicura per la Francia.

La velocità di una connessione Internet media in Francia è di 8,2 Mb/s. Ovviamente, questo varia leggermente a seconda del luogo e del tipo di connessione. Probabilmente avrete sentito dire che l'utilizzo di una VPN diminuisce la velocità di Internet. Questo è vero - quando si utilizza una VPN, aspettatevi che la velocità di connessione diminuisca tra 20% e 50% a seconda della VPN scelta (troverete alcuni suggerimenti qui sotto).

Migliaia di server VPN sono sparsi in Francia e nell'UE, il che significa che non importa dove andrete, potrete accedervi. Tenete presente che diversi servizi VPN hanno accesso a diversi server. Quando scegliete quale servizio VPN utilizzare, assicuratevi di sceglierne uno che abbia molti server disponibili.

Avvolgimento

Tra la storia del governo francese sulla privacy digitale e le pratiche di sicurezza generale, ci sono molte ragioni per cui si dovrebbe usare una VPN quando si vive in Francia. Anche se non è una misura di sicurezza perfetta, proteggerà i vostri dati da coloro che vorrebbero scavare attraverso di essi e potenzialmente utilizzarli contro di voi.

Informazioni sui servizi VPN francesi e sull'accesso a Internet

it_ITItaliano
Copiare il link