Le 10 migliori VPN per la privacy e la sicurezza nel 2023

  • Proteggere fino a 6 dispositivi con un solo account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
  • 3 minuti di installazione e estrema facilità d'uso
  • Larghezza di banda e velocità illimitate
  • Crittografia di livello militare e funzioni premium
  • Disponibile su:
  • Logo Microsoft WindowsFinestre
  • Logo Apple MacMac
  • Logo iOSiOS
  • Logo AndroidAndroid
  • Logo LinuxLinux

Servizio VPN

Caratteristiche

Valutazione

Visita il sito

1

NordVPN

  • Proteggere fino a 6 dispositivi con un solo account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
  • 3 minuti di installazione e estrema facilità d'uso
  • Larghezza di banda e velocità illimitate
  • Crittografia di livello militare e funzioni premium
2

CyberGhost

  • Ottime velocità, ma meno server di NordVPN
  • Offre tutti i protocolli di sicurezza e velocità, incluso Wireguard.
  • I server NoSpy garantiscono l'anonimato 100%
  • Proteggete fino a 7 dispositivi con un unico account
3

SurfShark

  • Blocca annunci, malware e tentativi di phishing
  • Maggiore mascheramento dell'ingombro con MultiHop
  • La modalità Camouflage nasconde la VPN al vostro ISP
  • Proteggete un numero illimitato di dispositivi con un unico account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
4

SaferVPN

  • La sicurezza WiFi automatica rende sicuro ogni hotspot
  • Crittografia forte a 256 bit a livello bancario
  • Opzioni di pagamento anonime
  • Proteggete fino a 5 dispositivi con un unico account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
5

VPN Illimitato

  • Il firewall DNS blocca malware e siti dannosi
  • Server VPN personali
  • Politica zero-log
  • Proteggete fino a 10 dispositivi con un unico account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
6

ExpressVPN

  • Selezione automatica del protocollo di crittografia
  • Innovativa tecnologia TrustedServer
  • Nessun registro utente, nessun blocco DNS e nessuna terza parte.
  • Proteggete fino a 5 dispositivi con un unico account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
7

TorGuard

  • Stealth VPN nasconde la VPN al vostro ISP
  • Combina la crittografia AES-256 con SHA-512
  • Buona varietà di opzioni di protocollo
  • Proteggete fino a 8 dispositivi con un unico account
  • 7 giorni di prova gratuita
8

Accesso privato a Internet

  • Blocca annunci, tracker e malware
  • Proxy SOCKS5 incluso
  • Nessun registro del traffico o delle richieste
  • Opzioni di pagamento anonime
  • Proteggete fino a 10 dispositivi con un unico account
9

IPVanish

  • 250 GB di archiviazione e backup crittografati SugarSync
  • Politica di zero log
  • Protezione multipiattaforma
  • Proteggete un numero illimitato di dispositivi con un unico account
  • Prezzi esclusivi per gli studenti
10

Avast SecureLine

  • Protezione della privacy open-source
  • Condividere un singolo indirizzo IP con migliaia di utenti
  • Protezione dalle fughe DNS
  • Proteggete fino a 5 dispositivi con un unico account
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni

Un tempo la privacy su Internet era scontata. Tuttavia, con la fine della neutralità della rete, l'aumento di hacker sofisticati che stanno compromettendo i dati e le informazioni dei clienti delle grandi aziende, le fonti di terze parti che estraggono i dati personali e l'aumento della censura in molti Paesi, molti utenti della rete stanno cercando modi per proteggere la loro cronologia di navigazione, la loro posizione e le loro informazioni personali da occhi indiscreti.

La risposta? Una rete privata virtuale (VPN), un servizio che crea una connessione sicura e protetta tra voi e qualsiasi sito Internet. Una buona VPN può proteggervi a casa e in viaggio, garantendo la vostra privacy. Come fa una VPN a proteggere la privacy? Vi guideremo attraverso l'intero processo e vi daremo consigli sulla scelta della VPN giusta per il servizio di privacy.

Perché installare una VPN per la privacy?

Abbandoniamo il vecchio pensiero che l'unico motivo per cui gli utenti vorrebbero una rete privata virtuale è che stanno facendo qualcosa di illegale o illecito su Internet. Ora, una VPN per la privacy è l'equivalente di appendere delle tende alle finestre ed è quasi altrettanto comune. Il fatto che si desideri la privacy non significa che si stia facendo qualcosa di sbagliato.

In effetti, quando anche giganti commerciali come Equifax (società di reporting creditizio) e Marriott International (albergatori) sono soggetti a hacking e furti di migliaia di numeri di carte di credito e identità, c'è un buon motivo per garantire la sicurezza delle informazioni. Inoltre, nel 2017, il Congresso degli Stati Uniti ha votato per consentire ai fornitori di servizi Internet (ISP) di vendere i dati di navigazione in Internet. Se avete notato annunci mirati in base ai siti che avete visitato di recente o alle ricerche effettuate su Google, è a causa delle vostre abitudini di navigazione.

Questi annunci vengono visualizzati sul vostro computer o telefono come risultato diretto della vostra cronologia Internet che viene venduta a terzi, compresi gli inserzionisti. La VPN per la privacy vi aiuterà a essere al sicuro da questi annunci e malware e a proteggere i vostri dispositivi dal furto di dati.

Un'altra ragione per utilizzare una VPN per la privacy per connettersi a un sito web invece del vostro normale ISP è la fine della neutralità della rete. La neutralità della rete garantiva che tutti i siti Internet fossero ugualmente accessibili, gratuiti e senza "strozzature" artificiali che rallentavano l'accesso. Ora che la Net Neutrality è stata abrogata, gli ISP possono selezionare quali siti consentire la piena facilità di accesso e quali sono difficili da caricare o da raggiungere per gli utenti.

I provider di Internet possono anche scegliere di rendere alcuni siti accessibili a fronte di un abbonamento o di consentire la gratuità dei siti più grandi, strozzando la connettività ai concorrenti più piccoli o rendendo questi ultimi a pagamento. Potete immaginare chi ne trae vantaggio. La revoca della neutralità della rete è essenzialmente una censura economica, ma l'accesso ai siti web tramite server di reti private virtuali aggira le restrizioni imposte dal vostro ISP.

VPN anche per la privacy vi protegge dalla censura di Internet e consente agli utenti di accedere ai siti bloccati dal proprio governo. Una nota più divertente, utilizzare una VPN per accedere a determinati servizi di streaming permette agli abbonati di accedere all'intero catalogo di spettacoli, film, musica e video, mascherando la propria posizione. Volete vedere tutte le 5 stagioni di Comunità se non si è residenti nel Regno Unito? Ottenere una VPN per la privacy.

Le VPN consentono anche la condivisione di file BitTorrent, o P2P, permettendo agli utenti di aggirare i colli di bottiglia di Internet derivanti dai server che ospitano i file multimediali più diffusi. La connessione sicura Virtual Private Network consente a ciascun computer del cliente di accedere rapidamente e facilmente all'altro, rendendo più economico e veloce il download di file di grandi dimensioni.

Come funziona una VPN?

Una VPN per la privacy cripta i dati dal vostro computer prima di inviarli al sito web prescelto, facendoli sembrare incomprensibili agli hacker. Inoltre, nasconde la vostra posizione, il che significa che potete scegliere di "essere da" qualsiasi parte del mondo. L'accesso a un sito web tramite una VPN per la privacy crea un "tunnel" protetto attraverso il quale viaggiano i vostri dati. Gli hacker o altre terze parti interessate possono vedere che siete su Internet e il sito web che visitate mostra la vostra attività, ma nel frattempo è protetto. Il sito web vede solo le informazioni provenienti dalla VPN per server privati attraverso la quale si sta effettuando il routing.

Come una VPN per la privacy mantiene al sicuro le vostre informazioni personali.

Come una VPN cripta i dati

Crittografia è il metodo con cui una VPN per la privacy "nasconde" i dati. Pensate alla crittografia come a un codice virtualmente infrangibile che rimescola le vostre informazioni da un luogo all'altro. Solo la giusta chiave di decodifica può decifrare le informazioni e quindi consentirvi di accedere a un sito web tramite la rete privata virtuale. Con un "tunnel" sicuro e privato, ci sono chiavi di decodifica su entrambe le estremità, che decodificano i dati e consentono di caricare e scaricare i dati dal cliente all'host del sito web. Questi decodificatori sono le "chiavi", ma una rete privata virtuale ha bisogno di molto di più per criptare e decriptare i dati.

Qui la questione si fa un po' più tecnica. Le VPN possono utilizzare uno dei due protocolli seguenti per confezionare e trasportare i dati, l'incapsulamento generico del routing (GRE) o il protocollo di sicurezza Internet (IPSec). IPSec è abbastanza comune e crea sia il tunnel sicuro che il pacchetto dati stesso. Questi due sottoprotocolli lavorano insieme per trasferire i dati in modo sicuro.

Accesso remoto VPN utilizzano gli stessi protocolli di connessione delle normali connessioni a Internet.Protocollo punto-punto (PPP). Per una rete privata virtuale, esistono tre diversi tipi di protocolli in base alla connettività PPP. Questi sono L2F (inoltro di livello 2)che può utilizzare qualsiasi programmazione supportata da una connessione PPP; PPTP (Protocollo di tunneling punto-punto)che supporta qualsiasi tipo di connessione PPP e le crittografie a 40 e 128 bit; e L2TP (Layer 2 Tunneling Protocol), che combina i primi due ed è in grado di supportare completamente l'esecuzione di IPSec.

Come una VPN camuffa il vostro indirizzo IP

L'indirizzo IP è unico per l'utente quando si connette a Internet: ogni dispositivo ne ha uno proprio, e indicherà il paese di origine ai siti web, mostrerà l'indirizzo IP al sito web a cui si sta accedendo e indicherà il provider di servizi Internet. Se state cercando di accedere a un sito bloccato dagli utenti del vostro Paese attraverso la vostra normale connessione a Internet, riceverete un messaggio di errore.

Tuttavia, i server delle reti private virtuali hanno anche degli indirizzi IP e, a seconda del numero di server posseduti dal provider, questi indirizzi IP possono sembrare provenire da oltre 100 o più paesi diversi.

Come gli inserzionisti seguono la vostra attività online

Inoltre, I server di rete privata virtuale non limitano il numero di utenti che un indirizzo IP può avere. Invece di un utente e di un indirizzo IP, centinaia o migliaia di utenti possono "condividere" l'indirizzo IP di ciascun server VPN. Quando ci si connette da una VPN per la privacy, si "prende in prestito" l'indirizzo IP e la posizione del server da cui si sceglie di connettersi, e questo è ciò che viene visualizzato dal sito web a cui si accede (e da chiunque altro stia guardando).

In sostanza, quando vi connettete tramite una VPN per la privacy, "abbandonate" il server del vostro normale provider di servizi Internet e utilizzate invece i server del provider della rete privata virtuale. A chiunque, dall'host di un sito web a un hacker, al vostro governo e persino a un sito di streaming che convalida il fatto che state accedendo da un determinato Paese, l'indirizzo IP apparirà come quello associato al server di rete privata virtuale scelto.

Se sapete di voler accedere a un sito web o a un servizio multimediale che è disponibile solo in determinati Paesio se si desidera guardare contenuti disponibili solo in alcuni Paesi (Netflix, ad esempio, ha accordi di licenza diversi con i vari Paesi e quindi ha un catalogo diverso a seconda del Paese in cui ci si trova), Quindi, quando si accede alla VPN per la privacy, selezionare un server con sede nel Paese da cui si desidera provenire.

Dove posso trovare una VPN?

Abbonarsi a un servizio VPN per la privacy è semplice. Sono disponibili online: basta andare sul sito web dell'azienda e iscriversi al servizio desiderato. Quindi, iscrivetevi al piano più adatto alle vostre esigenze, scaricate il manuale per installare la VPN per la privacy sui vostri dispositivi e seguite le istruzioni per selezionare un nome utente e una password e scegliere il server attraverso cui connettervi. Quando vi connettete a Internet, avete la possibilità di connettervi sempre attraverso una rete privata virtuale (consigliata se state installando una VPN per la privacy sui vostri dispositivi mobili - gli hotspot sono noti per essere violabili) o direttamente attraverso il vostro provider di servizi Internet (ISP).

Alcune VPN per la privacy sono gratuite e, sebbene la gratuità sia un'ottima cosa, i loro servizi possono essere limitati. Molte VPN gratuite limitano il numero di dispositivi che potete aggiungere al vostro account e la quantità di larghezza di banda giornaliera o mensile che potete utilizzare. Per chi desidera una rete privata virtuale per lo streaming multimediale, la larghezza di banda limitata può essere un problema.

Le VPN con abbonamento a pagamento sono accessibili anche online. È possibile pagare in anticipo o lasciare una carta di credito in archivio per un abbonamento ricorrente. Non è necessario un dispositivo separato per l'uso regolare della VPN per la privacy, anche se esistono router venduti con VPN preinstallate.

Un vecchio adagio dice che non si può avere qualcosa per niente, ed è per questo che molti utenti optano per una VPN a pagamento per un account di privacy. Con una rete privata virtuale a pagamento, in particolare una delle più quotate come NordVPN o ExpressVPN, avrete un servizio e una protezione di prim'ordine, oltre all'accesso a centinaia di server. Inoltre, i servizi di rete privata virtuale a pagamento guadagnano grazie agli abbonati e non devono fare affidamento su altri flussi di reddito per rimanere in attività. I servizi VPN gratuiti per la privacy hanno comunque dei costi operativi e devono guadagnare in qualche modo, di solito attraverso la vendita di annunci o di dati.

Le aziende VPN per la privacy più grandi hanno più soldi per acquistare nuovi server quando alcuni vengono compromessi. (ricordate che i servizi di streaming giocano costantemente al gatto e al topo con i server VPN per la privacy), nonché le risorse per rimettere online i server una volta che il loro indirizzo IP della rete privata virtuale è stato scoperto. Inoltre, le società di VPN per la privacy più grandi e con maggiori entrate hanno anche i mezzi per assumere i migliori programmatori, assicurando che i loro servizi siano sempre un passo avanti rispetto agli hacker e ai siti che bloccano le VPN per l'accesso alla privacy.

Posso utilizzare una VPN sul mio dispositivo mobile?

Sì. Molti servizi di Virtual Private Network offrono un'app che funziona su sistemi iOS o Android, tramite la quale potrete accedere al vostro account VPN for privacy. Per le persone che utilizzano spesso WiFi pubblicosoprattutto durante i viaggi, avere una Virtual Private Network in stato di "always-on" sul proprio dispositivo mobile può garantire che i dati siano sempre protetti.

Tenete presente che l'esecuzione della VPN per la privacy sul telefono o sul tablet potrebbe consumare la batteria più rapidamente; potreste provare diversi servizi VPN per la privacy (la maggior parte degli abbonamenti a pagamento ha un periodo di prova gratuito) per vedere quali influiscono meno sulla durata della batteria e sulle prestazioni.

Come le VPN possono essere utilizzate non solo per le app

Una VPN può essere compromessa?

Beh, sì. I server delle reti private virtuali sono vulnerabili come gli altri agli hacker. Infatti, il servizio Hotspot Shield aveva un bug nei suoi protocolli qualche anno fa che permetteva di trapelare la posizione degli utenti e i nomi delle reti WiFi. Utilizzando questi dati, poteva essere piuttosto facile determinare chi utilizzava il servizio. Tuttavia, Hotspot Shield non è l'unico ad essere stato compromesso. NordVPN, TorGuarde i server della rete privata virtuale VikingVirtual Private Network hanno tutti sperimentato violazioni nel 2018anche se nessun dato è stato compromesso. NordVPN, in un annuncio trasparente, ha indicato che le chiavi di crittografia sono state esposte, ma il tempo necessario per rompere la crittografia a 256 bit raggiunge le centinaia di anni.

Al di là dell'accesso di terzi a un server di rete privata virtuale, la Anche il servizio VPN per la privacy può compromettere i vostri dati. Alcune VPN, nonostante le loro politiche di "no log" per la cronologia di navigazione, possono registrare altri dati. Questi possono includere dati personali dell'utente, come l'indirizzo e-mail e il nome utente, l'ID del cellulare personale e l'indirizzo IP reale (anche se questo viene cancellato dopo la disconnessione da ogni sessione). Questi termini provengono dall'informativa sulla privacy di un servizio VPN a pagamento per la privacy. E, non per prendersela con Hotspot Shield VPN Anche in questo caso, il servizio gratuito tiene traccia dei dati relativi alla città in cui si trova l'utente, all'indirizzo MAC e all'operatore wireless.

È inoltre importante notare che, sebbene la connessione privata di una rete privata virtuale non venga compromessa, ciò non significa che i siti web a cui ci si connette non siano di phishing o fraudolenti. Mentre una VPN per la privacy di solito protegge l'utente da attacchi in cui un protocollo DNS sommario reindirizza l'utente a un sito fraudolento o di phishing, una VPN per la privacy non protegge l'utente da un sito accuratamente costruito che assomiglia a un sito reale. Cercate la "s" dopo l'HTTP in un indirizzo web, soprattutto se state inserendo dati personali o finanziari, e usate il vostro miglior giudizio online.

Inoltre, è possibile notare che alcuni servizi di rete privata virtuale includono la protezione da malware tra i loro servizi. Molti di questi servizi dispongono di un elenco di siti "inseriti nella lista nera", noti per la presenza di malware. virus e malwareMa una rete privata virtuale non è efficace contro questi tipi di bug informatici quanto un software antivirus affidabile. Assicuratevi che la vostra VPN per la privacy e il software antivirus funzionino bene insieme, altrimenti potreste avere una connessione lenta.

Quali sono le politiche sulla privacy delle VPN più comuni?

Ogni fornitore di VPN ha politiche sulla privacy diverse, quindi è importante leggerle prima di iscriversi a un servizio. In effetti, se non siete soddisfatti, il mancato rimborso di un mese di abbonamento può essere l'ultima delle vostre preoccupazioni. Se non avete letto bene le politiche al momento dell'iscrizione al servizio, potreste scoprire che i vostri dati personali sono stati trasmessi a terzi o, in alcuni paesi, anche al vostro governo.

Tutte le VPN sono tenute per legge a dichiarare le proprie politiche sulla privacy, tra cui le informazioni raccolte e il modo in cui vengono utilizzate.

Detto questo, ci sono alcuni punti in comune tra le politiche sulla privacy delle VPN:

  • Politica "No Log" - questo significa che la rete privata virtuale non registra la cronologia di navigazione.. Sebbene i fornitori di VPN non tengano registri, mentre siete connessi a un sito web tramite una VPN, il servizio deve sapere dove state andando per potervi connettere. Una volta connessi, tuttavia, una VPN non terrà traccia della vostra posizione.
  • La rete privata virtuale avrà un timestamp di quando ci si connette e di quando ci si disconnette. Inoltre, l'indirizzo IP utilizzato per connettersi alla VPN e gli indirizzi IP del server della rete privata virtuale selezionato vengono memorizzati
  • La quantità di dati caricati e scaricati, solitamente misurata in byte utilizzati, viene registrata.
  • Il nome utente e l'e-mail utilizzati per iscriversi all'abbonamento, così come le informazioni di pagamento, vengono spesso conservati in archivio. Alcuni fornitori di reti private virtuali dichiarano che ciò avviene per elaborare la fatturazione o in caso di richiesta di rimborso. (È importante notare che molte VPN accettano Bitcoin invece di carte di credito e alcune possono anche accettare carte regalo per il pagamento).
  • Protezione contro le perdite DNS (Domain Name System). Una buona rete privata virtuale dovrebbe proteggere il DNS (il nome del dominio e il numero univoco corrispondente) di qualsiasi sito web visitato attraverso una VPN per garantire la privacy dal vostro provider di servizi Internet.
  • Disposizioni relative al killswitch. Un killswitch (chiamato anche "blocco di rete") vi disconnette automaticamente da Internet se il vostro server di rete privata virtuale viene compromesso o va offline. Alcune VPN dispongono anche di kill switch manuali che l'abbonato può utilizzare per disconnettersi con un solo clic.
  • Per i provider di reti virtuali private che hanno un limite massimo di larghezza di banda giornaliera o mensile, la quantità di larghezza di banda utilizzata può essere registrata per garantire che non venga superata. Questo è più comune tra i servizi di Virtual Private Network gratuiti, in quanto le VPN a pagamento hanno in genere una larghezza di banda illimitata.

Proteggete la vostra privacy su Internet con una VPN oggi stesso

La privacy su Internet senza una VPN appartiene al passato. Scegliere la VPN giusta per le proprie esigenzeSia che abbiate semplicemente un desktop a casa, sia che abbiate bisogno di una copertura completa anche sui vostri dispositivi mobili, significa valutare i pro e i contro di ciascun servizio. Con una solida conoscenza di come le VPN garantiscono la privacy, tuttavia, sarete in una posizione migliore per valutare accuratamente il servizio di cui avete bisogno. A VPN.comsiamo qui per aiutarvi. La nostra esperienza e la nostra dedizione alla privacy dei nostri clienti ci permettono di lavorare per voi.

 

it_ITItaliano